Tributario

Lo Studio presta assistenza specialistica nel ramo fiscale e tributario assistendo la clientela anche e soprattutto nella fase precontenziosa.

Nella realtà si assiste sempre più di frequente, ad una “sclerotizzazione” degli atteggiamenti accertativi dell’Amministrazione Finanziaria verso il contribuente, privato ed impresa, tesa anche e soprattutto alle esigenze di cassa.

E’ in tale fase che serve individuare con estrema lucidità le prospettive di soluzione della possibile vertenza contenziosa, anche decidendo, alle volte, di accettare una parziale soccombenza (rispetto alle totali intenzioni dell’Amministrazione Finanziaria) anziché addentrarsi in una vicenda processuale dai risvolti non certi.

Si presta particolare attenzione, in riferimento a quanto spiegato, alle possibili definizioni degli atti attraverso l’istituto della autotutela, dell’accertamento con adesione e alle decisioni operate in acquiescenza attraverso l’uso successivo dello strumento della rateazione.

Rateazione possibile e ampliata con appositi provvedimenti anche verso gli atti e le determinazioni del Concessionario per la Riscossione.

Viceversa, laddove l’attività ispettiva ed accertativa, come un accesso della Guardia di Finanza ovvero in un avviso operato con applicazione art. 36 bis o ter, piuttosto che un successivo accertamento dell’Ufficio operato in funzione di attività ispettiva dei militi sia tale da evidenziare difetti e lacune di carattere procedurale o vertenti sulla legittimità dell’atto stesso si propenderà con il valutare per una strategia contenziosa da intraprendere denunziando tutti i vizi riscontrati.